LE MIE PASSIONI:

La mia passione principale è sicuramente la fotografia:

Penso che ogni persona abbia modi diversi di fotografare, c’è chi fotografa i propri bambini, chi fa solo foto quando è in viaggio, chi fotografa ogni piatto che gli si presenta davanti, chi fotografa ogni cosa che gli si presenta davanti indiscriminatamente o chi ama fotografare paesaggi o animali. Penso realmente che non ci sia un modo giusto o sbagliato di scattare foto, ognuno attraverso la fotografia dice qualcosa, poi ci sono pochi eletti che riescono attraverso le proprie immagini a raccontare un sentimento o un’emozione senza dovere usare parole. Con le fotografie non solo si racconta cosa si vede, ma si racconta anche se stessi. Non fai solo una fotografia con una macchina fotografica o smartphone che sia. Ansel Adams mise nero su bianco una frase che per me rappresenta tutto l’universo del fotografo scrisse: Tu metti nella fotografia tutte le immagini che hai visto, i libri che hai letto, la musica che hai sentito, e le persone che hai amato. In pratica i vostri scatti parlano di voi, del vostro stato d’animo. Provate a pensarci, se scattate una foto quando siete arrabbiati o per qualche motivo turbati, sarà sicuramente diversa da quella che fate quando il vostro stato d’animo sprizza felicità. Ho provato io stesso a fare questo semplice esercizio e non ho mai capito se, è la foto in sé ad essere diversa o è solo il mio ricordo di quel particolare stato d’animo che riappare improvvisamente guardando la foto a renderla diversa. Qualunque sia penso realmente che fotografare il mondo è fotografare il riflesso di sé nel mondo.

La fotografia è solo un attimo, il vostro attimo, quando sentite click dell’otturatore chiudersi, l’attimo della luce che un tempo impressionava la pellicola fotografica, quell’attimo che non sarà mai più lo stesso, se non racchiuso dentro il vostro scatto.

Quindi scattate fotografie, senza preoccuparvi se sono sfocate o tecnicamente non perfette, scattate perché in quell’attimo siete voi, in quell’attimo avrete raccontato molto di più di quel breve istante, è solo un istante ma vale più mille e mille parole.

Mi sento libero di poter dire che non ho un soggetto preferito, fotografo tutto quello che attira la mia attenzione
Penso che questa immagine possa rappresentare molto bene tutto ciò che trovo interessante, immagine scattata nel 2013 a Berlino durante un breve viaggio, il luogo è il bagno di una birreria a mio modesto avviso trasformato in moderna opera d’arte contemporanea, non a caso gli orinatoi sono stati posti sulla parte dell’opera che rappresenta il muro che divideva la città di Berlino

MI DILETTO NEL DISEGNO

Circa otto anni fa ho intrapreso anche questa strada dell’arte visiva, più che altro mi ero messo in testa di disegnare perché notai che questa pratica era in grado di calmare il mio animo e alleviava lo stress che in quel periodo stava andando alla stelle, come tutto quello che ho iniziato nella mia vita ho investito corpo e anima, il primo anno con scarsi risultati, la virtù principale che mancava era la pazienza di portare a termine il lavoro, volevo finirlo il prima possibile, rovinando gli sforzi profusi. Appena appreso che se volevo giungere a qualche risultato soddisfacente dovevo armarmi di santa pazienza, la mia tecnica è migliorata di conseguenza, non sono certamente un’artista anzi sono scarsamente dotato di talento in questa sublime arte,cerco di dare il massimo con quello che la natura mi ha concesso, in tutti i progetti che porto avanti sono essenzialmente finalizzati al mio personale benessere e alla crescita personale.

Drawing

Qualsiasi sia il motivo che vi spinge a voler imparare a disegnare, cercate di non essere impazienti. L’impazienza è ciò che più di ogni altra cosa frena il vero talento.
(Andrew Loomis)

Il disegno è l’espressione più diretta e spontanea dell’artista: una specie di scrittura: rivela, meglio della pittura, la sua vera personalità.
(Edgar Degas)


Ho anche iniziato a dipingere con i colori ad olio. Purtroppo la mia dedizione a questo hobby, disegno/pittura non è mai stata troppo regolare, ho alternato periodi in cui dipingevo o disegnavo per qualche mese per poi prendermi lunghe pause che certe volte sono durate anni. Ciò è accaduto sia perché sono sempre stato una persona con innumerevoli interessi e sia perché per lunghi anni, lavorando come assoluto autodidatta, non riuscivo ad ottenere i risultati che desideravo.

“L’ispirazione esiste,
ma deve trovarti al lavoro.”
Pablo Picasso

“La pazienza ti permette di sbagliare e rimetterti in gioco; di insistere!
Ti spinge a rifare un disegno che non ti soddisfa.
A frequentare corsi, a leggere manuali, ti insegna a non arrenderti, se la prima volta che provi le tempere oppure i colori ad olio è tutto grigio e marrone perché non sai mischiare i colori.