Non c’è fine al peggio

✏️SONO LIBERO?

Davvero non capisco le preoccupazioni di chi ritiene che in questi ultimi anni siano state limitate molte libertà fondamentali.

A me pare di poter fare ancora tutto ciò che voglio.

–Sono libero di rimanere senza lavoro, se non accetto di firmare “liberamente” il consenso ad un trattamento sanitario facoltativo.

— Sono libero di andarmene dai social network che bloccano profili senza darne una motivazione logica, ma solo per aver espresso opinioni non gradite.

— Sono libero di andarmene da un Paese che istiga all’odio e ai conflitti sociali, che offre un’informazione faziosa, che punisce chi solleva dubbi di natura politica, sanitaria ed economica.

— Sono libero di stare chiuso in casa, di rifugiarmi in una qualche forma di realtà virtuale, che mi faccia evadere dalla vita vera che ho perso o che non mi piace.

— Sono libero di credere a tutto ciò che mi dicono i politici, i giornalisti e i vari “esperti”, dandomi l’illusione che tutto ciò che fanno sia per il nostro bene, per salvaguardare la pace e per diffondere amore universale.

— Sono persino libero di scrivere tutto questo, libero di attirarmi il disprezzo di chi fraintenderà un testo facilmente comprensibile e di pagarne lo scotto in termini personali.

Quindi, amici miei, basta con le inutili lamentele.

Godiamoci il privilegio di poter ancora scegliere tra l’unica possibilità che ci viene gentilmente offerta: fingere di essere liberi.

fingere di essere liberi……….

non siamo più liberi e visto la nuova situazione non lo saremo mai
sono veramente libero?

Situazione attuale guerra Russia e…….

e gli altri:

Situazione attuale guerra Russia 🇷🇺 e gli altri: (perché non si è ancora capito se siamo o non siamo in guerra anche noi Europei)

Sappiamo che stanno mentendo,

sanno che stanno mentendo,

sanno che sappiamo che stanno mentendo,

sappiamo che sanno che sappiamo che stanno mentendo,

ma stanno ancora mentendo.

nulla sarà mai più come prima

La parola più utilizzata nei tg del regime Europeo è “nulla sarà mai più come prima”

(non vi ricorda nulla, non vi smuove i due neuroni rimasti post pandemia)

Si lamentano della propaganda e dell’unica voce ascoltata dal popolo Russo diffusa dagli organi di stampa del Cremlino, certi che la popolazione europea non si accorga di una unica e sola voce che si ripete h24 su tutto il mainstream occidentale all’unisono, pensando che il lavaggio del cervello post pandemico abbia sortito l’effetto desiderato.

Intanto i prezzi aumentano e la propaganda del “regime” Europeo incolpa la Guerra e principalmente la Russia.

Mentono sapendo di mentire, noi sappiamo che mentono ma non facciamo nulla perché tanto la domenica le partite di calcio ci sono, avendo ben stampato nelle nostre menti la falsa presunzione di libertà indotta dalla libertà di consumare, scendiamo in piazza per la pace contro un “dittatore” che toglie la democrazia lontano dai nostri confini e non ci accorgiamo delle liberta costituzionali che hanno tolto a noi nei nostri stati, non ci accorgiamo dell’indottrinamento continuo, dell’omogeneizzazione del pensiero, non a caso le principali parole utilizzate dal presidente ucraino sono: SIAMO UGUALI A VOI, come a dire che quando gli americani bombardavano l’Afghanistan con migliaia di vittime civili loro fossero diversi meno importanti, o che tutte le recenti guerre ancora in atto negli stati Africani siano persone meno importanti perché non sono UGLIALI A NOI.

Cosa significa veramente “UGUALE A VOI” frase pronunciata da un Presidente che ha preso il potere con un colpo di stato e suo governo ha prodotto 14000 vittime civili in otto anni nel suo stesso stato utilizzando il Battaglione Azov, cosa significa UGUALE A VOI detto da un presidente che ha permesso che sul suo suolo venissero impiantati laboratori per armamenti chimici, cosa significa veramente?

La guerra non è mai accettabile da una società moderna ma non venitemi a dire che anche noi occidentali non facciamo parte di un feroce regime autocratico perché questo sarebbe negare la realtà e la storia recente (vedesi bombardamento a tappeto italiano sui civili a Belgrado, tv allineate unilateralmente alla narrazione governativa, censura ufficiale su tutti i mezzi di comunicazione attuata con la demonetizzazione dei contenuti, continui governi tecnici lasciapassare per lavorare, potrei andare avanti per ore, ma tanto solo in pochi purtroppo oramai sono ancora in grado di pensare liberamente)

BASTA GUERRA E NON SOLO IN UCRAINA

carroarmati Ucraini distrutti dall'aviazione russa
guerra in Ucraina, Donbass

Guerra Russia Ucraina

Ci sono equilibri creati con la forza e con il sangue negli anni 40, 50 e 60 che hanno garantito un’ epoca di relativa pace per 70 anni. Qualcuno (noi compresi) ha visto la propria libertà di scelta penalizzata, è vero, ma l’obiettivo è stato in fondo benefico per gran parte del mondo.
Chi è quel fesso che ora li ha messi a repentaglio?
Eppure ci sarebbe stato un modo semplice per non svegliare cani dormienti. Evitare di fatto che il Messico entri a far parte del Patto di Varsavia come all’Ucraina di entrare nella NATO pur nell’ipotesi paradossale che lo chiedessero entrambi. È una cosa brutta? Ma c è un motivo valido: SALVAGUARDARE LA PACE. Allora i tanto auspicati equilibri geo-politici che ci stanno a fare? Sono anni che i russi manifestano nervosismo su questo argomento per via diplomatica! Niente da fare, dobbiamo rompere il caxxo al “cavaliere nero”.
Stessa menata identica per la crisi di Cuba. Quei dritti degli americani con i missili nucleari Jupiter a mille kilometri dai confini Sovietici e questi ultimi che volevano impiantare i loro a Cuba. Bene come finì allora? Sarebbe bastato uno starnuto per scatenare la distruzione totale… ma allora c’erano uomini del calibro di John e Nikita al timone delle rispettive navi!

Ora domandatevi chi è al timone?

Prima di crearsi una opinione dettata solo dal mainstream occidentale investite un poco del vostro tempo per ascoltare i video di Giulietto Chiesa